Archivi tag: metropoli

La cultura strategica

Il 6 dicembre al Teatro Centrale Preneste abbiamo presentato l’asse cultura del Piano Strategico provinciale. E’ stata l’occasione per fare un primo bilancio della nostra azione e per riflettere più ad ampio raggio sul ruolo che la cultura e le industrie creative possono avere nella costruzione di un’area metropolitana migliore che esca dalla crisi con un nuovo modello di sviluppo economico.

Abbiamo scelto il Teatro Centrale Preneste perché ci sembrava significativo valorizzare un’esperienza di teatro della cosiddetta periferia consolidata, frutto di una collaborazione tra il VI Municipio e l’associazione A ruota libera.

Abbiamo presentato un documento aperto: l’asse cultura è una traccia di discussione, non un progetto finito calato dall’alto. Del resto è già il frutto del nostro impegno di questi tre anni, del lavoro con i comuni e le associazioni. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in cultura e ricerca

Aggiornamenti da zingaropoli

immagine tratta da musicametal.blogosfere.it

Siamo al primo semestre della Giunta Pisapia e ci piacerebbe provare a fare un punto della situazione. Per questo mi faccio aiutare da Ivan Berni – giornalista politico ed economico, collaboratore di Repubblica, storico osservatore di cose milanesi –  ponendogli alcune domande e un esercizio: 10 temi da trattare in massimo dieci righe ciascuno. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in elezioni, partiti, sinistra, urbanistica

Ciò che è buono per i romani è buono per Roma, turismo incluso

Foto tratta da corriereromano.it

La politica romana, molto attiva nel gioco delle poltrone – si veda l’ultimo pasticciato rimpasto della giunta comunale -, sembra non avere grandi idee circa le prospettive da dare alla città. Certo, sono anche stati organizzati eventi che si volevano importanti, come gli “Stati generali della città”. Spente le luci della ribalta mediatica, di quelle iniziative sembra essere rimasto poco. L’attenzione ha finito per concentrarsi sui gravi fatti di cronaca che hanno segnalato l’emergenza criminalità organizzata, oppure su alcuni progetti di sviluppo dell’EUR piuttosto abborracciati. Insomma, il degrado complessivo della città è evidente più che mai.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in economia, Roma, urbanistica

Non è più tempo di “meno tasse per tutti”, Milano sì muove per prima

Il 12 e 13 giugno a Milano si sono votati ben 9 referendum. Accanto ai 4 quesiti nazionali, infatti, c’erano 5 referendum comunali “per l’ambiente e la qualità della vita a Milano”. Ma facciamo un passo indietro. Ricordate la promessa della Moratti a pochi giorni dal voto di eliminare il pedaggio che lei stessa aveva introdotto per la circolazione automobilistica? «Basta Ecopass e sosta gratis per i residenti anche nelle strisce blu», titolava il Corriere edizione Milano. Sembrava l’abolizione dell’Ici, la travata elettorale demagogica ma estremamente popolare in grado di far conquistare consensi nella sfida all’ultimo voto.

Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in economia, elezioni

La giornata di uno scrutatore

Un'immagine di uno dei tanti nuovi quartieri romani costruiti attorno al GRA

Sono stati oltre ventisette milioni i cittadini italiani che si sono recati alle urne per esprimere, nella quasi totalità, il loro accordo con i quattro quesiti del referendum. Si tratta di una cifra enorme: per capirci, la coalizione PDL-Lega-Mpa che ha vinto le elezioni del 2008, e che viene spesso definita intoccabile perchè espressione del volere del popolo italiano, è stata sostenuta dal voto di diciassette milioni di persone. Dunque, è difficile tracciare un profilo-tipo degli elettori di domenica e lunedì. Ci proveremo attraverso il racconto diretto di due giornate al seggio. Continua a leggere

1 commento

Archiviato in elezioni, Roma

Roma futura (in bici)

La sconcertante morte di Giuseppina Licenziato, la settantenne ciclista investita e trascinata per dieci metri da un tir in piazza Re di Roma, mentre rientrava a casa dopo una passeggiata mattutina a Villa Celimontana, ci ricorda – per l’ennesima volta – l’assoluta inadeguatezza delle strade della Capitale, e la loro pericolosità per gli utenti più deboli. Come trasformarle? Ecco una proposta per aumentare il tasso di mobilità ciclabile e allo stesso tempo offrire migliori standard di sicurezza, a costo zero. Continua a leggere

9 commenti

Archiviato in mondo, Roma, urbanistica

La giunta Aledanno bis

Dopo l’azzeramento della settimana scorsa, un provvedimento finora mai preso da nessun sindaco di Roma, Alemanno ha nominato la sua nuova giunta. Nonostante i proclami si tratta solo di un rimpastino: le persone e il particolare stile amministrativo che hanno portato al crollo politico della vecchia giunta sono rimasti al loro posto, intoccabili.

6 commenti

Archiviato in destra, Roma

A proposito di Nimby e grandi opere: il terminal del Gianicolo

Nelle ultime settimane, anche dopo il varo del piano pullman, le cronache di Roma hanno continuato a parlare del problema dei torpedoni dei turisti. Tuttavia è bene leggere la questione “in controluce” e non fermarsi ai cattivi risultati di un provvedimento bizzarro. Nel dispiegarsi della vicenda e nella catena dei fatti riportati dai giornali c’è molto di più della conferma di una facile profezia circa lo scarso impatto che il piano pullman avrebbe avuto.

Ovviamente va detto che nessuno si è accorto della differenza tra il prima e il dopo piano pullman, se non per un certo peggioramento della situazione. Infatti è rimasta intatta la tendenza all’occupazione della città, solo che sembra essersi intensificata  (la Legambiente a Via dei Fori Imperiali ha contato un passaggio di pullman ogni 30 secondi). Continua a leggere

11 commenti

Archiviato in Roma, urbanistica

Ecco il “piano casa” della Polverini

La Regione Lazio sta per approvare il Piano Casa – lo strumento pensato dal governo Berlusconi per rivitalizzare il settore edilizio in crisi – dopo averlo modificato rispetto alle intenzioni della passata Giunta. Si tratta di cambiamenti pesanti e significativi: una scelta politica che influirà in maniera decisiva sul territorio e l’economia di Roma e dell’intera regione. Vediamo come e perchè.

Continua a leggere

9 commenti

Archiviato in destra, Roma, urbanistica

Tenere famiglia in Italia costa caro

La frequenza delle scuole dell’infanzia, in Italia, costa in media 327 euro a bambino per ogni mese. In un anno, fanno più di 3mila euro.  Ogni pargolo che vada alla scuola dell’infanzia si prende il 10% del budget familiare: 256 euro per la retta dell’asilo vera e propria, altri 71 per la mensa. A Roma si spendono 200 euro al mese ma chissà se, vista la linea della giunta Alemanno, questi costi non lieviteranno. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in democrazia e diritti, economia, lavoro, Roma